Music Icons makeup inspiration

 

Thanks to Nylon Magazine we can makeup our face in the attempt to catch a bit of the coolness of some of the most iconic music goddesses.Find your type and play with it
Female-Music-Icons-Beauty02 Female-Music-Icons-Beauty03 Female-Music-Icons-Beauty04 Female-Music-Icons-Beauty05 Female-Music-Icons-Beauty06 Female-Music-Icons-Beauty08

Annunci

Somebody told me: Patty Smith on William S. Burroughs

564753_552884518089459_1932203392_n

La sacerdotessa del rock è solita condividere la sua esperienza di artista con coloro che cercano da lei degli strumenti per poter rispondere ai dubbi amletici che, soprattutto all’inizio di un percorso, soprattutto se artistico, li assalgono quando si tratta di  scegliere se perseguire o abbandonare l’impresa.

I dubbi di chi sente l’urgenza di dare espressione a un’energia che ha dentro, un’energia che chiede di vedere la luce,  mentre la vita preme con le sue richieste prosaiche ma ineluttabili.

Patty ama raccontare quello che le disse l’aristocratico e decadente William S. Burroughs quando lei viveva a New York e non aveva soldi. Burroughs le disse che è più importante avere una reputazione che un acconto in banca. Nel dettaglio:

Costruirsi un buon nome.

Mantenerlo pulito.

Non scendere a compromessi.

Proteggere il proprio lavoro.

E se avrai costruito un buon nome, esso sarà la sua stessa  valuta.

La Smith chiosa così: “Life is really difficult. It’s a rollercoaster ride. It’s never going to be perfect. But it’s all worth it. Believe me”.

Sure we do Patty.  We don’t chase gloria, it’s just for happyness, maybe less.

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 364 follower

liebster award
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: