Alla fine arriva Elton (John).

Questo è un post di aiuto. Sì, aiutatemi a capire perchè in questo momento storico della mia esistenza ho fatto spazio nelle mie orecchie costantemente affollate di voci esterne ed interne (soprattutto) al caro Elton John.

Non fraintendetemi, non ce l’ho con questo Sir di mezza età che ha avuto l’onore di essere nominato membro onorario dalla Royal Academy of Music, nonostante le sue giacche sgargianti e gli occhialini statement-piece, un evento capitato a pochissimi grandi, per intenderci a gente come Liszt.Elton_John_hi Sir-Elton-John-at-the-Gno-006

Anzi dovrei apprezzarlo, visto che ha sdoganato il pianoforte on stage, quando nei concerti rock imperversavano chitarre e riff e nessuno si sognava di utilizzare in una esibizione live il piano.

Inoltre è un compositore veloce e prolifico, ha collaborato con i più grandi artisti e tenuto miliardi di concerti in giro per il mondo.

Se penso, poi, che il piccolo Reginald ha vissuto un’infanzia infelice, ecco, la mia attitudine empatica dovrebbe fare il proprio dovere e spalancare le porte delle mie playlist alle songs del baronetto.

Umanamente lo stimo tanto, per il coraggio di essere se stesso, di fare coming out sulla sua bisessualità, anche a costo di danneggiare la sua carriera. Purtroppo l’ignoranza e puritanesimo  generano un ridicolo oscurantismo devastante. Elton_John_lb Infatti negli USA i  fan di Elton John sentono di doversi sconvolgere a questa sua rivelazione, al punto da non poter più apprezzare le note e le parole delle sue ballate, che un tempo erano fonte di tanto conforto.

Ma come non incuriosirsi di fronte alla saggezza di un titolo come Don’t go breaking my heart, più che un titolo un monito.

Vogliamo parlare, poi, di quel trattato di sociologia racchiuso nel lapidario Sorry seems to be the hardest word ?

Ovviamente non mi sogno di parlarvi di Candle in the wind, quella è proprio un’altra storia.

Eppure, eppure, mi sorprende scoprirmi a considerare questo grande artista  soltanto adesso.

La mia auto anamnesi mi porta a considerare il fatto che ho visto di recente il mitico  Almost Famous di Cameron Crowe, dove una bella canzone di Elton John è presente nella strepitosa soundtrack del film

Ma è sufficiente come spiegazione?

E comunque la canzone-ossessione è questa qua, Tiny Dancer

 

…forse perchè dice you’ll marry a music man? Ah, il potere di un inconscio Disgrace!

Attendo prognosi

Annunci

Informazioni su Missandry

Vorrei vivere a metà tra un romanzo di Ellroy e Mad Men, uscire con Mick Jagger e teletrasportarmi tra New York e Parigi. E visto che ho 30 anni, reggere benissimo svariati martini dry.

2 risposte a “Alla fine arriva Elton (John).

  1. Sorry blabla (titolo troppo lungo e sono pigra) è meravigliosa! Mi sa che mi metterò anche io ad ascoltarlo attentamente, mi pare sia proprio un artista con la a maiuscola!

  2. ahah, che forte!…sì, è bella 😉

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 366 follower

liebster award
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: