La iella è come il raffreddore: una sfiga

Ebbene sì, anche una Disgrace ha dei momenti di cedimento, diciamo che talvolta faccio tutto da sola per complicarsi le cose.

La mia colpa è di essere stata connivente, diciamo pure vigliacca nel non far valere i miei diritti, ma poi non ho saputo resistere alla via di fuga un po’ barbarica. Cosa blatero? Leggete.

Oggi, durante il caffè, avevo deciso di essere una donna che affronta la vita con efficienza e così avevo pensato di ottimizzare il tempo non vedendo la replica della puntata di Clio Makeup a favore della spesa al supermercato.

Decido di comprare dei salumi e mi dirigo alla salumeria, un servizio offerto da dei ragazzi e delle ragazze che palesemente hanno avuto problemi di tossicodipendenza, ossia hanno i denti neri, marci o non ce li hanno propri, ed essendo tra i 25 e i 35 anni di età,  deduco che non sia colpa di motivi odontoiatrici legati alla senilità.

La tizia che mi ha servito aveva sì i guanti, ma anche un conclamato raffreddore, che pensava di gestire tirando su col naso, fino a che non ha avuto la brillante idea di pulirselo con il guanto!! Allarme! Inizio a monitorare la mano incriminata, per vedere se evitava il contatto col salume che mi stava affettando…tutto sembrava salvo, fino a quando, nel chiudere l’involucro, non dà una bella ditata al prosciutto.

Io ero basita, ma allo stesso tempo priva di qualsiasi doverosa esternazione di dissenso. In breve, sono stata zitta, ho preso il pacchetto e ho proseguito il giro tra gli scaffali. Ma non avevo pace. L’idea di buttarlo mi dispiaceva, ma allo stesso tempo non potevo mangiarlo, così per un momento ha preso il sopravvento la bad girl che si aggira nel mio animo e ho mollato il pacchettino sul primo scaffale libero, come fosse del’uranio radioattivo

homer_polonium.E di gran carriera mi sono indirizzata alle casse.

Ora questo super sarà per sempre off limits, o no? Avevano dei biscotti buonissimi

Annunci

Informazioni su Missandry

Vorrei vivere a metà tra un romanzo di Ellroy e Mad Men, uscire con Mick Jagger e teletrasportarmi tra New York e Parigi. E visto che ho 30 anni, reggere benissimo svariati martini dry.

2 risposte a “La iella è come il raffreddore: una sfiga

  1. Mah, secondo me è stata la vendetta della Clio 😀

  2. ahah! mai snobbare una makeup artist 😀

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 366 follower

liebster award
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: