Un colpo di forbici non abolirà mai il caso

Ma non è  che l’essere Disgrace è un virus che si moltiplica e che col passare del tempo degenera? No perchè, anche oggi ho avuto la mia razione quotidiana di iella disgrace.

Ma andiamo con ordine.

Una mia amica mi aveva regalato un bonus per andare da un parrucchiere a fare taglio, colore e trattamento. Sul bonus c’era scritto 69euro.

Oggi sono andata a sfruttare questa occasione, del resto i capelli sono un elemento importante. Puoi essere ben truccata e ben vestita, ma avrai sempre un che di sciatto con i capelli in disordine, per non dire selvaggi.

Arrivo in questo centro dove  trovo due ragazze in stile “Uomini e Donne”, non soltanto per come sono abbigliate, ma per il modo in cui maneggiano forbici, spazzole e phon! Mi sono imposta di non farmi fuorviare dai miei pregiudizi anti veline: se alla mia amica avevano fatto un bel lavoro, anch’io avrei avuto un  buon risultato. Dico buono e non ottimo, perchè rientro in quella categoria di persone che non è mai soddisfatta all’uscita del parrucchiere.

Errore. La mia “parrucchiera” era certamente brava  come manualità, ma quando mi ha spuntato i capelli si capiva che aveva una disfunzione nel percepire le forme e lo spazio: la frangia che mi ha tagliato è di stampo cubista o meglio, dadaista, un insieme scomposto di capelli di lunghezza diversi persi in un zigzag.

Colpa mia, ho visto le immagini ella sfilata Versace, con le modelle dall’aria gothic-chic, e mi sono illusa che un colpo di forbici potesse cambiare le cose.

 

 

 

 

Alla fine di tutto, sorrido a denti stretti, anche se mi hanno spacciato un balsamo da due lire per trattamento ristrutturante, anche se mi hanno spacciato per figo (in effetti la zona in cui si trova è molto stilosa) un centro estetico scadente e pretenzioso, anche se mi sono dovuta sentire in una puntata di Jersey Shore stile anno ’80! Tutto questo, a discapito della mia scarsa pazienza zen, ma solo perchè di fronte a un prezzo irrisorio val bene sopportare un po’ di disguidi.

Arrivo alla reception e chiedo quanto dovevo dare di differenza. La ragazza mi guarda strana, prende il coupon e mi dice”69, grazie”. E io, “Sì, ho un buono da 69euro, quanto devo dare di differenza?”. E lei, sempre più irritata “69 euro”. Sotto shock apro il portafoglio e le dò i soldi e zero mancia.

Se avessi immaginato che si trattava di un coupon bufala non avrei tradito la mia immagine, con una frangia surrealista.

Annunci

Informazioni su Missandry

Vorrei vivere a metà tra un romanzo di Ellroy e Mad Men, uscire con Mick Jagger e teletrasportarmi tra New York e Parigi. E visto che ho 30 anni, reggere benissimo svariati martini dry.

2 risposte a “Un colpo di forbici non abolirà mai il caso

  1. Penso sempre che nessuna donna troverà mai il parrucchiere perfetto -sarà un po’ come il principe azzurro?
    Anche io, per quanto sento di esserci vicina al parrucchiere perfetto (non al principe, purtroppo), quando mi guardo nello specchio, lì seduta nella mia poltrona del salone, penso sempre che sarà l’ultima volta che mi vede.
    Poi ci torno.

  2. Anch’io sono recidivante…su molte cose. Purtoppo.

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: