Disgrace is back. Con la sua vita incapsulata

Anche il Mac non mi sopportava più e così ha deciso di abbandonarmi, nel mezzo di un articolo e la ricerca di fotine molto DisgraceKelly…ma la mia vita è andata avanti e infatti recupero alcune perle che mi sono capitate. Ho deciso di scriverle in blu, per compensare la mestizia dei ricordi 😉

Vado ad una mostra, è una cosa piccolina e un po’ sconosciuta, ma non ho voglia di ritornare direttamente a casa dopo il lavoro. Non so, a volte mi sembra di fare una vita incapsulata, vado col bus al lavoro poi, una volta passata la giornata,  riprendo un bus e torno a casa e allora potrei essere ovunque, cioè non farebbe nessuna differenza trovarsi a Roma, Casarsa, Canicattì o Avellino; è un po’  come essere un treno della metropolitana, ti sposti, ma sei sottoterra, insomma, a volte è un po’ poco.

Allora decido di andare a questa mostra. Da sola, of course. O meglio, avevo tentato di coinvolgere qualche collega, ma tutti avevano impegni più allettanti e quindi, nonostante la stanchezza, i 40 gradi alle sei di sera, la sensazione di cessitudine, decido di tenere fede al mio programma e raggiungo la galleria (un garage, per l’esattezza, ma non voglio fare la precisina lagnosa).

Naturalmente c’è gente…in coppia, oppure gruppetti di amiche. Ci avete mai fatto caso che i gruppetti di ragazzi in queste occasioni culturali sono rarissimi? mah. Allora un po’ a disagio dò uno sguardo alle tele e poi raggiungo la guida che spiega a tutti chi è  l’autore delle opere e il loro significato.

Poi decido di spostarmi al rinfresco, due salamini beretta e le pringles, ma mangerei pure le brochure…quando mi rendo conto che la sezione beveraggi è molto interessante, scorgo tra le altre una bottiglia di Traminer, mmm, buono, e allora mi rianimo come Fiona May alle olimpiadi, ma proprio mentre agguanto la bottiglia per versarla, una vecchia acidissima mi chiede di versargliene un po’, e naturalmente, è l’ultimo bicchiere! Vecchiaccia decrepita, stile Crudelia Demon…

Allora ho ripiegato sul crodino, perchè per farmela passare avrei dovuto scolarmi l’intera bottiglia di Pinot, ma a uno sguardo veloce, di vecchiacce-demon ne era piena la stanza. 

Annunci

Informazioni su Missandry

Vorrei vivere a metà tra un romanzo di Ellroy e Mad Men, uscire con Mick Jagger e teletrasportarmi tra New York e Parigi. E visto che ho 30 anni, reggere benissimo svariati martini dry.

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 366 follower

liebster award
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: